Attraversa a nuoto senza le braccia lo Stretto di Messina, record di Andrea Lanari

Visite: 1481

L'atleta Andrea Lanari ha sfidato le correnti dello Stretto di Messina compiendo a nuoto, senza braccia, l'intera traversata in appena un'ora e 26 minuti. Andrea, che ha perso gli arti superiori durante un incidente sul lavoro verificatosi 12 anni fa. E' partito verso le 11 e 30  del 2 luglio, dalla spiaggia sotto il Pilone di Capo Peloro a Messina e ha raggiunto, dopo una lunga nuotata di 3 chilometri e mezzo, la costa calabrese, seguito da una decina di barche, coordinate dall'associazione sportiva dilettantistica Ulisse, con assistenti bagnanti a bordo.

L'impresa affrontata dal marchigiano è stata intitolata “La sicurezza conquista lo Stretto” e patrocinata dal comune di Messina e dall'Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro (Anmil), che da 80 anni si occupa della tutela delle vittime del lavoro e di promuove la prevenzione di infortuni e malattie professionali.

Da momento del grave incidente Andrea ha iniziato un lungo percorso verso il riscatto e per diffondere la cultura della sicurezza sul lavoro

“Spero che questa mia impresa serva a far riflettere sull’importanza della sicurezza sui luoghi di lavoro, per non fare diventare le persone menomate come me”, racconta Andrea Lanari che, ha affrontato l'impresa, insieme al figlio Kevin e ad altri 28 partecipanti. Segui il servizio su OndaTv canale 75

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments