Veglia rumorosa e arrabbiata per Giulia Cecchettin

Visite: 657

Anche Messina risponde all'ennesimo femminicidio, per domenica 19 novembre alle ore 19 a piazza Duomo, è stata organizzata dal collettivo Non Una Di Meno una “veglia rumorosa e arrabbiata” per Giulia Cecchettin, uccisa dall’ex fidanzato lo scorso 11 novembre a soli 22anni. “Non resteremo più in silenzio a guardare le nostre sorelle essere uccise, il femminicidio è soltanto il punto più alto della dinamica della violenza di genere. La cultura dello stupro si basa su una serie di comportamenti più piccoli che passano spesso inosservati, ma sono ciò che sostiene l'ideologia patriarcale che vede la donna subordinata all'uomo.” sono le parole del collettivo Non una di meno Messina che ha organizzato la veglia a cui si è partecipato con candele e rabbia. Rabbia che nasce dalla consapevolezza che poteva essere evitato e che non sarà l'ultimo femminicidio, perchè si attende sempre e da troppo tempo un intervento politico per far si che nelle scuole si parli di genere, di violenza di genere e di rispetto.

Per questo continuo silenzio sulle questioni di genere per Giulia non un minuto di silenzio, ma tanto rumore. “Se domani tocca a me, se domani non torno, distruggi tutto. Se domani è il mio turno voglio essere l'ultima.” Questo scriveva Cristina Torres Càceres ed è la linea che i movimenti femministi stanno seguendo oggi, più stanchi che mai del silenzio. Le NUDM urlano “Non abbiamo più lacrime ma solo una rabbia incontenibile e inarrestabile. Affinché Giulia sia l'ultima, non ci fermeremo".

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments