Bandiera Blu 2022, nuovi ingressi anche in Sicilia

Visite: 476

210 comuni italiani quest'anno hanno ottenuto la Bandiera Blu, il riconoscimento per le località rivierasche e i porti turistici più incontaminati e sostenibili, assegnato dalla Fondazione per l'educazione ambientale (Fee), ong internazionale Danese.

Sono 9 i comuni in più premiati rispetto allo scorso anno: 5 comuni non sono stati confermati mentre 14 sono i nuovi ingressi. Bandiera Blu anche per 82 approdi turistici.

I criteri per l'assegnazione del riconoscimento sono validità delle acque di balneazione, efficienza della depurazione e della gestione rifiuti, aree pedonali, piste ciclabili, arredo urbano, aree verdi, servizi in spiaggia, abbattimento delle barriere architettoniche, corsi di educazione ambientale, presenza di strutture alberghiere, servizi d'utilità pubblica sanitaria, informazioni turistiche, certificazione ambientale delle attività istituzionali e delle strutture turistiche, pesca sostenibile.

La Liguria è la regione italiana con più Bandiere, 32. In Sicilia riconoscimento per 11 località, con un nuovo ingresso sulla riviera jonica messinese per Furci Siculo, che si aggiunge ai comuni di Santa Teresa di Riva, che ha ottenuto la prima Bandiera Blu nel 2017, Alì Terme, riconfermata per il terzo anno consecutivo, e Roccalumera, che ottiene il bis dopo la prima assegnazione del 2021. Nel Messinese, il riconoscimento arriva anche per Tusa, premiata da 8 anni, Lipari, con la spiaggia di Acquacalda, ed il porto turistico di Capo d'Orlando.

Le 11 Bandiere Blu Siciliane assegnate alle località rivierasche sono 6 in provincia di Messina, ad Alì Terme, Roccalumera, Furci Siculo, Santa Teresa di Riva, Lipari, Tusa, 1 in provincia di Agrigento, al Lido Fiori Bertolino a Menfi, e 4 in provincia di Ragusa, a Marina di Modica, Ciriga a Ispica,Raganzino a Pozzallo e Marina di Ragusa.

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments