Una proposta per riaprire in sicurezza il settoredella ristorazione (e non solo)

Visite: 65452

Dallo chef catanese Andrea Finocchiaro e dal progettista multimediale Fabio La Rosa arriva un'idea innovativa per  limitare la diffusione del coronavirus all'interno dei locali. Il progesso utilizza un connubio di dispositivi disponibili già in commercio a prezzi accessibili, ed evita i pannelli in plexiglass, poco applicabili nell’ambito della ristorazione.

L'insieme di questi dispositivi, anche se al momento non c'è nessun fondamento scinetifico, permetterebbe di mantenere un ambiente interno sterile, facilitando così il ritorno della clientela e permettendo quindi di risollevare e fare ripartire l'economia italiana legata alla ristorazione - ma non solo - in questo momento fortemente penalizzata dalla crisi.

Questo progetto low cost può infatti essere rimodulato e applicato anche ad altre realtà come ad esempio scuole, negozi, uffici e, in generale, luoghi chiusi aperti al pubblico.Il sistema di disinfezione degli ambienti interni e dei tavoli, si vede in un video esplicativo realizzato dai due ideatori, viene effettuato tramite diffusori in commercio e dai costi sostenibili.Il progetto si basa su una ipotetica fattibilità operativa al fine di riportare i clienti nei locali di ristorazione. Secondo il parere dello chef, infatti, un'azienda di ristorazione «non può vivere di solo asporto o fare affidamento sui pochi clienti temerari che decidono di andare al ristorante».

Da questa consapevolezza, nasce quindi questo progetto che, come gli stessi Finocchiaro e La Rosa confermano, è tuttavia  solo un’idea personale elaborata graficamente, che non ha, a oggi, a supporto alcun fondamento o dimostrazione scientifica. Peraltro, tale progetto non ha neanche finalità di lucro, ma è solo una dimostrazione che vuole essere di supporto alla categoria dei ristoratori, particolarmente penalizzati dalla situazione sociale.Una ipotesi progettuale che richiama ad alcuni dispositivi di sanificazione che, usati in maniera corretta e avvallati da una certicazione adeguata, potrebbero aiutare a rendere più sicuri gli ambienti utilizzando diffusori aerei, congruo riciclo dell’aria, percorsi ingresso/uscita e sistemi di aspirazione. Naturalmente, si evedenzia, vi è la necessità di procedere ad una verifica e manutenzione costante dei sistemi di controllo dell’aria e climatizzazione, procedendo alla sanificazione e necessaria pulizia dei filtri degli stessi.

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments