Il 28 Luciano Galletta morto nello stesso punto in cui morì un 24enne con lo stesso cognome

Visite: 181

Un triste destino ha unito il 28 Luciano Galletta con quello di Francesco Galletta, 24enne. Entrambi di residenti a Messina, con lo stesso cognome, hanno perso la vita ritornando da lavoro, nei pressi del cimitero comunale della città dello Stretto.

Luciano nella notte tra tra martedì e mercoledì scorsi, Francesco il 5 settembre del 2012. Il 24enne pasticcere di Giampilieri Superiore aveva appena finito di lavorare quando, percorrendo con lo scooter la via Catania, nei pressi del cimitero monumentale di Messina, si è scontrato con un'automobile condotta da una donna. Sette anni dopo, nello stesso punto, un altro incidente con un mezzo a due ruote è costato la vita al 28enne di Santa Lucia Sopra Contesse.

Luciano Galletta, impiegato in una pizzeria in città, stava tornando nella sua casa. Procedeva in direzione di marcia verso sud quando, poco dopo la mezzanotte, per cause ancora in fase di accertamento, ha centrato con il suo scooter un mezzo di Messina Servizi che era fermo ai bordi della carreggiata di via Catania, mentre gli operai erano al lavoro per la scerbatura dell’aiuola prospiciente il cimitero.

Per il giovane non c'è stato nulla da fare. Il 28enne è morto durante il suo ricovero in ospedale così come il 24enne che portava il suo stesso cognome.

Toccherà agli agenti della polizia municipale sezione infortunistica di Messina ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente e accertare eventuali responsabilità. Un'altra giovane vita spezzata a Messina a causa di un incidente stradale, una città che recentemente ha già pagato un prezzo altissimo in termini di giovani vite spezzate.

Proprio a seguito dei numerosi incidenti stradali verificatisi in città, spesso con giovani vittime, si sta lavorando per trovare soluzioni. In particolare si cerca di rendere più sicura la via Consolare Pompea, teatro di diversi incidenti mortali. A seguito di vari sopralluoghi congiunti di Polizia stradale, polizia municipale e polizia metropolitana, nelle scorse ore si è tenuto un incontro in prefettura per valutare le azioni da intraprendere. Tra queste l'installazione di uno spartitraffico centrale al fine di evitare scambi di corsie e sorpassi azzardati o addirittura inversioni di marcia. Inoltre si provvederà al rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale e con l'istituzione di divieti di sosta con rimozione forzata. Infine saranno collocati nuovi autovelox.

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments