Tentato femminicidio. Prende il via il processo di Ylenia e Alessio

Prende il via il processo della vicenda accaduta a Bordonaro nel messinese, lo scorso Gennaio, quando la 22enne Ylenia Grazia Bonavera venne letteralmente bruciata da qualcuno che le lanciò addosso della benzina e un accendino. La ragazza provò a fuggire, dando le spalle a chi aveva acceso il fuoco, ma rimase ugualmente ustionata al fianco e ad un gluteo. In carcere, indiziato di tentato omicidio, l'ex fidanzato, un venticinquenne col quale la giovane aveva avuto una relazione. Seconda la procura, fu infatti Alessio Mantineo, ad aggredire l'ex fidanzata perchè non riusciva ad accettare che lo avesse lasciato. Ylenia dovrà essere ascoltata al processo abbreviato ma si è rifiutata di costituirsi parte civile a differenza della madre che si è regolarmente costituita parte civile.
La ragazza deporrà al processo contro il giovane, accusato di averle lanciato addosso una tanica di carburante e un accendino. La repentina reazione della ventitreenne, che si è voltata in fretta ed è riuscita a sfilarsi il giubotto in fiamme, ha evitato il peggio. Ylenia, al momento dell'arresto del ragazzo, ha difeso l'ex fidanzato, negando il suo coinvolgimento nella vicenda, asserendo di non aver riconosciuto in lui il suo aggressore. Per questo motivo è stata iscritta nel registro indagati per favoreggiamento. Ma le immagini di un distributore di benzina, secondo l'accusa, inchiodano Alessio, che viene inquadrato a riempire una tanica, poco prima dell'aggressione. Il processo riprenderà il prossimo 22 novembre

Visite: 7897

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments