L'opposizione accusa di incapacità politica l'Amministrazione comunale

Visite: 307

Finisce già sotto accusa l'amministrazione comunale di Gioiosa Marea insediatasi nel giugno scorso. Il gruppo consiliare “Obiettivo Gioiosa” attacca il sindaco Ignazio Spanò giudicando il suo esecutivo incapace di risolvere i problemi idrici della popolosa frazione di San Giorgio. “I gravissimi disagi sofferti durante i lunghi mesi estivi e che fino a ieri hanno lasciato a secco o con erogazioni frammentarie di acqua mai così fangosa e rugginosa – evidenziano in una lettera aperta i consiglieri di opposizione - nulla avevano a che vedere con la siccità che pur gravemente ha colpito la nostra Regione. Ancora una volta si manifesta la piena incapacità, nonostante due assessori e un esperto nominato appositamente dal Sindaco Spanò con deleghe alle reti idriche, ad affrontare tale problema. Già nel corso del Consiglio Comunale convocato su richiesta del gruppo di opposizione Obiettivo Gioiosa a inizio estate era emerso un atteggiamento di chiusura ai suggerimenti dati, trincerandosi dietro (il muro) la scusa della siccità, annunciando l’attivazione di nuovi pozzi e un servizio di autobotti soltanto dopo settimane intere in cui nelle case di tantissime famiglie di molte frazioni di Gioiosa Marea nessuna goccia di acqua arrivava, servizio peraltro effettuato senza alcuna programmazione e comunicazione di forniture agli utenti. Grave – continuano i consiglieri di opposizione - l’assenza durante il Consiglio Comunale dell’esperto, seppur convocato, ma gravissimo soprattutto il silenzio degli assessori e del Sindaco che si sono limitati a comunicati fuorvianti ridondanti di chiacchiere ma vuoti di fatti. Eppure bastava avere l’umiltà di accettare i suggerimenti come la ricerca di perdite sulle condotte, spogliarsi dell’arroganza, confrontarsi nell’interesse dei cittadini; invece totale assenza di tutti i rappresentanti dell’esecutivo Spanò e quando la situazione si è fatta insostenibile, con i rubinetti ancora una volta improvvisamente a secco dalla scorsa settimana, solo un silenzio inescusabile e irriguardoso verso i cittadini che quantomeno meritavano di essere informati. Ma forse – proseguono i consiglieri di Obiettivo Gioiosa - chiedere scusa e riconoscere gli errori non rientra nella “politica” di questa Amministrazione. Un'amministrazione che secondo l'opposizione ha adottato rimedi sbagliati per affrontare l'emergenza e solo in ritardo si è accorta della perdita di circa 400 l/m di acqua dalla rete idrica.

Se si fossero attivati per tempo, come richiesto, nella ricerca di guasti che erano stati esclusi a priori, i disagi per i cittadini di San Giorgio e i costi per la collettività – secondo l'opposizione – si sarebbero evitati. Chi pagherà per i danni e i disagi subiti?”

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments