Incendi ed emergenza idrica, disagi per popolazione e turisti

Visite: 763

Emergenza incendi e idrica per il comune di Piraino. La nuova amministrazione, insediatasi appena qualche mese fa, in quest'estate deve fronteggiare due gravi emergenze che stanno creando danni all'economia locale e forti disagi per la popolazione e per i turisti.

Da un lato gli incendi che proprio ieri sera hanno nuovamente interessato le colline di Piraino con un vasto rogo che favorito dalle elevate temperatre si è subito esteso inghiottendo una vasta zona di verde. Ma quello degli incendi non è l'unica piaga di queste'estate per la comunità pirainese.

La cittadina sta attraversando anche un serio momento di difficoltà con il sistema idrico comunale dovuto alla somma di diverse problematiche che oggi sono emerse quasi tutte contemporaneamente. L'acquedotto presenta problemi gravi infrastrutturali che richiedono manutenzioni continue sulle condotte dovute a perdite importanti sulla rete, a guasti a ripetizione sulle pompe di sollevamento. Inoltre l'abbassamento della falda acquifera nei pozzi, a cui si è aggiunto, ieri, un guasto sulla linea elettrica dell'ENEL, che ha causato l'interruzione della corrente sia a Fiumara che a Salinà, determinando l'arresto delle pompe dei pozzi, non ha permesso di rifornire il principale serbatoio di Colasacco che garantisce la distribuzione idrica a tutta la zona alta del Paese. Una concomitanza di situazioni negative che sta' mettendo in crisi il servizio acquedottistico comunale e la pazienza dei residenti e dei turisti.

Il sindaco Maurizio Ruggeri con una lettera aperta ha chiesto ai propri concittadini di avere pazienza e di capire le difficoltà: Poc'anzi l'ENEL mi ha comunicato che per ripristinare definitivamente il guasto sulla propria rete elettrica dnella giornata del 10 agosto, dalle ore 15 e fino alle ore 19, interromperà la fornitura della corrente in contrada Giardino, causando di fatto l'interruzione del pompaggio dai nostri pozzi principali per diverse ore, questo potrebbe comportare ulteriori disservizi alla cittadinanza.

Per quanto, invece, riguarda il problema idrico a Sant'Arcangelo, Iliti, Serromartini, Mella e la vallata dello Zappardino, causato dal depauperamento della falda del pozzo di Sant'Ignazio e dal successivo guasto della pompa sommersa, si è provveduto alla sostituzione della stessa pompa. Si sta' inoltre valutando, visto il perdurare della carenza idrica, di requisire, per il tempo che si renderà necessario, il pozzo di un privato.

Segui gli aggiornamenti sul canale 85, in streaming su www.ondatv.it e in differita di un'ora sul canale 618.

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments