Diossina nel grasso di suini. Sequestrato allevamento

Visite: 462

Nei mesi scorsi vi avevamo mostrato decine di suini intenti a cibarsi tra i rifiuti presenti nel sito del Ccr di Milazzo. Anche i carabinieri hanno voluto esaminare da vicino la vicenda cercando di capire come mai quei maiali girovagavano in mezzo all'immondizia accumulatasi all'interno dell'impianto. Lo scorso mese di dicembre i militari dell'Arma sequestrarono l'area appartenente al comune di Milazzo e gli stessi suini di proprietà di un'azienda che si trova nelle vicinanze della struttura. Nonostante il sequestro gli animali però hanno continuato, grazie ad alcune varchi aperti, ad accedere all'impianto situato in contrada Masseria. Adesso un nuovo sviluppo sulla vicenda arriva da alcuni esami eseguiti dall'Asp che ha notificato ai proprietari dei suini il sequestro dell'azienda, vietando la macellazione e la vendita dei prodotti del caseificio adiacente l'area. Il dipartimento veterinario dell’Azienda sanitaria di Messina avrebbe infatti trovato diossina nel grasso di alcuni suini neri dell'allevamento del centro mamertino che si muovevano liberamente fra buste di plastica e rifiuti vari, assieme agli ovini e ai bovini, nei pressi dell’industria petrolifera e del Ccr comunale.

E’ non solo il sequestro dell'intero allevamento ma i sanitari hanno anche proceduto al sequestro di alcuni campioni di latte, formaggi e verdure prodotti nella stessa area. I campioni provenienti da dieci animali sono stati, già, inviati a Teramo dove opera un centro nazionale di riferimento per approfondire le analisi e capire la provenienza della eventuale contaminazione visto che i maiali venivano lasciati allo stato brado.

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments