Forte scossa nel basso Tirreno, epicentro sul vulcano sommerso Marsili

Visite: 4385

Una fortissima esplosione, con contestuale innalzamento di una densa nube nera, si è verificata dai crateri sommitali dello Stromboli, scatenando il panico, il boato e il tremore del suolo hanno infatti raggiunto la Calabria, e in modo particolare Tropea. All’esplosione non è seguita una fuoriuscita di lava. Potrebbe quindi essersi trattato di un evento più intenso ma nella caratteristica e quotidiana attività stromboliana del vulcano delle isole Eolie, nel basso Tirreno. Nella serata poi una forte terremoto di magnitudo 4.4 ha colpito il mar Tirreno alle 21:15. La scossa pare si sia verificata proprio nel vulcano Marsili, il grande “mostro” sommerso nel cuore del Tirreno. La scossa è stata molto profonda, con un ipocentro di 389km, e per questo motivo non è stata avvertita dalla popolazione: le onde sismiche non sono riuscite arrivate in superficie e la crosta terrestre le ha attutite in profondità. Proprio l'elevata profondità ha impedito che la scossa venisse avvertita dalla popolazione alle isole Eolie, relativamente vicine, o in comuni della costa calabra. La zona interessata, quella del monte Marsili, il vulcano inabissato, viene costantemente monitorato da anni.

.

 

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments