Morte neonato. Papardo istituisce commissione d’indagine interna

Visite: 12072

L’Azienda Ospedaliera Papardo di Messina, venuta a conoscenza della morte del neonato a 5 giorni dalla nascita, ha deciso di istituire una commissione d’indagine interna. Il gruppo, composto da 3 professionisti del Papardo, dovrà verificare quanto accaduto. Intanto continuano le indagini da parte della magistratura, segnalando cinque indagati. Un atto dovuto, per permettere a tutti i medici e operatori sanitari che si sono occupati della coppia e del bimbo, di partecipare ai passaggi di inchiesta.

Il dramma di due coniugi comincia lo scorso 16 settembre. La donna, incinta alla trentanovesima settimana, sta male. Contatta il suo ginecologo di fiducia che vista la situazione consiglia alla donna di recarsi al Papardo, dove viene ricoverata e preparata per il parto naturale.Durante le manovre del parto naturale le ostetriche hanno rivelato alcuni problemi nel l'uscita del piccolo, poi nato con gravi insufficienze che tra l'ospedale di Sperone e quello universitario, non sono riusciti a superare. Il piccolo muore il 22 settembre scorso, al Policlinico, tra la disperazione dei genitori che adesso vogliono vederci chiaro. Il loro dubbio è che il piccolo poteva essere salvato, se qualcuno avesse deciso di praticare il parto cesareo alla mamma. La documentazione medica parla di decesso per mancata ossigenazione del cervello.

L’inchiesta è stata quindi già aperta, le cartelle cliniche dei due ospedali dove è stato ricoverato il piccolo sono state sequestrate.

Leave your comments

Post comment as a guest

0
terms and condition.

Comments