Comuni fioriti. In Sicilia 20 paesini parteciperanno al concorso

Visite: 285

Sono venti i paesini siciliani che hanno aderito alla sfida nazionale tra i Comuni Fioriti d’Italia, la competizione che ogni anno mette in gara amministrazioni comunali e cittadini che credono nel motto “Fiorire è Accogliere”, anteporre i fiori, il verde e il decoro urbano, come veicolo essenziale di accoglienza turistica e qualità della vita.
In sfida circa duecento località dislocate in tutte le regioni; l’obiettivo è raggiungere il punteggio massimo dei “quattro fiori” ed il titolo di comune più fiorito d’Italia, ma quello che più rimane e accomuna questi paesi è l’educazione al bello, l’aggregazione e la sensibilizzazione alla cura dell’ambiente in cui si vive.  Una Giuria sta visitando e fotografando in stretto e largo l’Italia dei fiori, si passa da paesi come Prè-Saint-Didier in Valle d’Aosta a Bardolino sul Lago di Garda, da Grado in Friuli a Cervia in Emilia Romagna, da Merano in Trentino a Minori in Costiera Amalfitana da Alba in Piemonte a Spello in Umbria solo per citarne alcuni.  

L’iniziativa organizzata da Asproflor nasce quindici anni fa in Piemonte per questo annovera il maggior numero di aderenti, precursori in Sicilia i Comuni di Sinagra e Terme Vigliatore la cui esperienza è diventata traino ed emulazione per un crescente numero di paesi siciliani sempre più aperti ad adottare questa formula di marketing turistico ambientale presente già dai primi del 900 in migliaia di località Europee e del Mondo.

La Sicilia si presenta alla sfida con ben 20 Comuni e sono: Casalvecchio Siculo, Castelmola, Castiglione di Sicilia, Forza d’Agrò,  Furnari, Gallodoro, Gangi, Isnello, Malvagna, Montagnareale, Montalbano Elicona, Oliveri, Pettineo, Piraino, Roccafiorita, Santo Stefano di Camastra, Sinagra, Terme Vigliatore, Tusa, Ucria. La premiazione nazionale quest’anno si  terrà il 10 e 11 novembre a Bologna nel corso della Fiera Mondiale della meccanizzazione agricola Eima International. Prevista anche l’elezione di una Miss Comuni Fioriti mentre i  Comuni otterranno l’ambito cartello giallo con i relativi  “fiori rossi” conquistati.