Eduscopio premia l'Istituto Statale d’Istruzione Superiore

Visite: 5293

Un altro importante riconoscimento arriva per l'Istituto Statale d’Istruzione Superiore – S.Agata Militello (Messima). Il Liceo Classico-Linguistico-Scienze Umane “L. Sciascia” e Liceo Scientifico – Scienze Applicate  “E. Fermi” , diretto dalla prof.ssa Larissa Bollaci (nella foto) , è riuscito a ottenere un'ottima posizione nella comparazione Di Eduscopio 2017/2018. Si tratta del progetto della Fondazione Giovani Agnelli che compara le istituzioni scolastiche della stessa tipologia e dello stesso ambito territoriale sulla base dei risultati conseguiti dai propri diplomati.

L'indirizzo classico della scuola santagatese ha ottenuto il primo posto tra gli stessi indirizzi presenti in un raggio di 30km. Seconda posizione per l'indirizzo scientifico e terna , nel raggio di 50 Km per quello linguistico. “Il risultato – commenta il dirigente scolastico costituiscono per noi un punto di partenza “ad maiora”, per conseguire risultati ancora più lusinghieri e prestigiosi. Lo dobbiamo all’ impegno dei nostri allievi, per i risultati d’esame che hanno conseguito e per il percorso universitario coerente e brillante da loro intrapreso, in quanto i parametri su cui si basa la statistica della “Fondazione Agnelli” fanno riferimento al momento conclusivo dell’“iter” scolastico degli alunni, rapportato all’andamento di tutto l’istituto, e al “curriculum” universitario: non si tratta di considerazioni soggettive, ma di parametri reali e verificabili. Ovviamente ci prodigheremo – prosegue il dirigente della scuola santagatese - per dare sempre il meglio: come scuola cerchiamo sempre di lavorare collegando le istanze didattiche sociali con le esigenze formative degli studenti: ne deriva una didattica caratterizzata da un forte livello di assimilazione da parte degli allievi che seguono un percorso nazionale e comune, ma opportunamente calibrato sulla realtà scio territoriale di appartenenza. A questo mirano la didattica personalizzata, i progetti europei e d’istituto, le iniziative di potenziamento e di eccellenza, le attività di alternanza scuola/lavoro e, soprattutto la cooperazione “familiare” tra tutte le componenti: nella distinzione dei ruoli, la collaborazione come mezzo per una formazione equilibrata e completa”.